top of page
327153901_420915233558053_1055122968340708072_n.jpg
PEPPINO DE' SARATOLA

PEPPINO DE' SARATOLA

GIUSEPPE CASCIARRI

Il ritratto garbato di Mario Tosti, per il Calendario di Umbertide 1999, di Giuseppe Casciarri, più conosciuto come “Peppino de Saratola”, che viene ancora ricordato per il virtuosismo con cui maneggiava il suo inseparabile mandolino, capace di animare tante feste campagnole e matrimoni....

Giuseppe Rondoni

Giuseppe Rondoni

Peppino

Raffaele Mancini, sul Calendario di Umbertide 1999 e Mariotti Fabio, su Umbertide Cronache n.2/2000, hanno ricordato Giuseppe Rondoni (Peppino) uomo di grande onestà e rettitudine che, nel dopoguerra, si dedicò con passione all’amministrazione locale. Validissimo meccanico, dette prova di grandi capacità tecniche realizzando un carburatore di nuovo tipo molto innovativo per quei tempi (Anni ‘30).

Don Agricola

Don Agricola

Don Guido Agricola

(A cura di Walter Rondoni(con la collaborazione di Rinaldo Giannelli)

Amatissimo parroco di Comunaglia e Calzolaro nei difficili anni del dopoguerra vissuti sempre a fianco e a sostegno dei poveri e dei bisognosi...

Il maestro Pino

Il maestro Pino

Il maestro Pino... Bottaccioli

(A cura di Fabio Mariotti)

Il ritratto appassionato che il Calendario di Umbertide 1995 ha dedicato al maestro Pino ...

Anche la forma del corpo aveva aiutato Pino ad assumere il ruolo del prototipo del maestro amico e complice...

Florido Borzicchi

Florido Borzicchi

Questo è Florido...

(A cura di Fabio Mariotti)

FLORIDO BORZICCHI
L’affettuoso ricordo di Mario Tosti del grande giornalista umbertidese, in occasione della I edizione del “Premio giornalistico nazionale Inviato Speciale Florido Borzicchi” a lui dedicato

Gabriele Romani

Gabriele Romani

Gabriele Romani e la sua famiglia

(A cura di Gabriele Romani)

“Sono nato il 9 giugno 1948 nel comune di Umbertide nella bellissima frazione di Spedalichio in un podere in via Comunaglia poco sopra l’antica e piccola scuola, da una famiglia di mezzadri. Era una famiglia di 7 fratelli e sorelle ......

LAMBERTO BEATINI

LAMBERTO BEATINI

Il Maestrone

Mario Tosti, con l’aiuto di Raffaele Mancini, ha tracciato, con la brillantezza e il garbo che lo ha sempre contraddistinto, il ricordo di Lamberto Beatini che ad Umbertide tutti ricordano per il suo carattere gentile che contrastava con l’imponenza fisica, per l’ottimo lavoro svolto all’interno della scuola umbertidese e per la sua capacità di mettersi disposizione degli altri. Per questo fu tra i fondatori della sezione Avis di Umbertide che recentemente, proprio come riconoscimento dei suoi grandi meriti, gli è stata intitolata nel corso di una cerimonia pubblica presso la chiesa di San Francesco.

Il commendatore

Il commendatore

Il commendatore Renato Fagnucci

Il ricordo di Renato Fagnucci, grande imprenditore umbertidese e presidente della Tiberis vincente dei primi anni ‘80, da parte di Walter Rondoni per il Calendario di Umbertide 1999 e di Claudio Castraberte, capitano della Tiberis di quegli anni, per il suo libro in tre volumi “Società Sportiva Tiberis – Un secolo di calcio 1914 – 2014”...

Peppe de la Fascina

Peppe de la Fascina

Giuseppe Venti

PEPPE DE LA FASCÌNA

Il ricordo di Giuseppe Venti più conosciuto come Peppe de la Fascìna, che generazioni di umbertidesi hanno conosciuto dalla buca della sua edicola di piazza Matteotti

Amblé  Sonaglia

Amblé Sonaglia

IL POETA DEI CHIODI (Amblé Sonaglia)

IL POETA DEI CHIODI (Amblé Sonaglia)

Il ricordo affettuoso di Amedeo Massetti del geniale artista che sapeva trasformare i chiodi in opere d’arte

I cinque o sei concitati suoni di campanello annunciavano che sotto c'era Amblé per chiamarti a gran voce dalla strada chiedendoti notizie e darti appuntamento a tra poco al bar Giardino o a casa sua. E a qualsiasi ora del giorno (e della notte) rischiavi una scampanellata selvaggia mentre eri sotto la doccia se aveva voglia di salutarti...

"Ciango"

"Ciango"

Giovanni Ciangottini, il "vecchio Ciango"

"CIANGO"

Il ricordo appassionato e arguto di Giovanni Ciangottini, “il vecchio Ciango”, dalla penna brillante del giornalista umbertidese nonché amico Florido Borzicchi per il Calendario di Umbertide 1999...

Il professor Zurli

Il professor Zurli

Il professor Zurli e il Basket umbertidese


(A cura di Fabio Mariotti)

A pochi giorni di distanza dall’intitolazione al prof. Angelo Zurli del “playground delle Garibaldi”, più conosciuto come campo scoperto delle scuole medie, intendiamo ricordarlo anche noi riportando le parole con cui Mario Tosti, Antonio Cancian e Federico Sciurpa lo hanno ricordato nel Calendario storico di Umbertide 1998 e nel libro “Ippippurrà”  dello stesso Federico Sciurpa...

CELESTINO SONAGLIA

CELESTINO SONAGLIA

Il Sindaco "Celeste"

Raffaele Mancini per il Calendario di Umbertide 1998 ha ricordato Celestino Sonaglia, sindaco molto popolare tra la cittadinanza per la serietà con cui affrontava i problemi e nello stesso tempo persona modesta, arguta e volitivo.

Baldo

Baldo

Ubaldo Morelli

Ubaldo Morelli viene ricordato ad Umbertide per i suoi modi distinti e gentili e il saper vivere bene. Capostazione in ferrovia, si trasformava in animatore delle serate umbertidesi e nella riviera romagnola con la sua inseparabile fisarmonica...

La Preside

La Preside

La preside Gandin

Mario Tosti e Giovanni M. Bico hanno tratteggiato, per il Calendario di Umbertide 1999, la figura di Marta Gandin, per tutti la Preside, che ha lasciato un’impronta indelebile nella scuola umbertidese e in particolare nella media “G. Pascoli” che tutti in città considerano da sempre una “sua creatura”...

Il professor Ramaccioni

Il professor Ramaccioni

IL PROFESSORE Luigi Ramaccioni ...

Fu tra i promotori, nel 1945, della nascita del primo liceo scientifico, poi aiutò a crescere generazioni di umbertidesi nella scuola media Pascoli, per chiudere la sua brillante carriera nel nuovo liceo scientifico Da Vinci...

Il maestro Rondoni

Il maestro Rondoni

Vincenzo Rondoni, maestro attento e rigoroso

( a cura di Mario Tosti)

Vincenzo Rondoni, maestro attento e rigoroso ma anche grande appassionato ed animatore del teatro locale, nel ricordo di Mario Tosti per il Calendario di Umbertide 1998.

Minuto, portamento impettito, scarpe sempre lucidissime, Vincenzo Rondoni, classe 1897, è un maestro apparentemente di vecchio stampo: severo, rigoroso, esigente, come è giusto quando dall'intensità dell'apprendimento a scuola dipende strettamente la prospettiva nel grado di emancipazione e di benessere nella vita di ciascuno...

Ricordi umbertidesi
 

Apriamo questa nuova pagina del sito nella quale intendiamo dare spazio a tutti coloro che vorranno condividere con noi i loro ricordi e i personaggi caratteristici nella Umbertide di una volta anche con documenti e foto d’epoca.

Lo facciamo iniziando  con i ricordi e le foto del sig. Gabriele Romani che racconta i suoi primi anni di vita con la sua famiglia nella Spedalicchio di fine anni ‘40 e poi nel nascente quartiere Fontanelle nei primi anni ‘50; continuiamo con il Prof. Zurli, padre del basket umbertidese, sport che conobbe in prigionia e poi con il maestro Rondoni, animatore anche del teatro locale.

bottom of page