San Antonio e la Stalla

Sant' Antonio e la Stalla

(A cura di Sergio Magrini Alunno)
Entrando bisognava dire “che Sant ‘Antonio l’aiuti...” ce lo insegnavano fin da piccoli perché il patrimonio del contadino si trovava nella stalla.
C’era anche quella dei maiali o, per chi ce l’aveva, quella dell’asino, ma quando si diceva “la stalla” era quella dei buoi o delle vacche, a volte si diceva la stalla de "le beschie" ma dire "stalla" era sufficiente. Si trovava sempre al piano terra della casa colonica e trasmetteva un po' di calore anche all’abitazione superiore. Era nella stalla che, d’inverno, si portava a far due chiacchiere l’amico che passava per casa, dopo averlo portato in cantina a bere. Era lì che durante l’inverno quando erano sospesi i lavori nei campi si facevano le scope , i canestri, i "canicci"; ed era ancora lì che si passava qualche pomeriggio a giocare a carte con gli amici.
C’era un diffuso odore di letame, che l’assuefazione rendeva meno sgradevole. I vapori di ammoniaca facevano bruciare gli occhi ma dopo un po' ci si abituava.
Siccome il bagno in casa non era presente, e considerate le temperature polari delle camere da letto, la stalla era l’unico locale dove durante l’inverno si potesse fare il bagno dentro al mastello di legno o dentro al “bacinone”, di solito usati per lavare i panni. I bambini ci entravano dentro, gli adulti stavano accovacciati, ed il sapone si toglieva versandosi addosso acqua calda con un pentolino con il manico.



San Antonio e la Stalla

Sant'Antonio protettore degli animali, immagine proveniente da una stalla del nostro territorio. Ogni stalla aveva una immagine del santo (foto di Sergio Magrini Alunno)

WhatsApp Image 2021-11-24 at 21.33.29.jpeg

Un "basto" per asino o mulo (foto di Sergio Magrini Alunno)

WhatsApp Image 2021-11-24 at 21.33.29 (1).jpeg

Giogo per i buoi (foto di Sergio Magrini Alunno)

Morsola per i buoi  (foto di Sergio Magrini Alunno)

Morsola per i buoi (foto di Sergio Magrini Alunno)

WhatsApp Image 2021-11-24 at 21.33.29 (1).jpeg

il "bacinone" per i lavori nella stalla... e per il bagno invernale (foto di Sergio Magrini Alunno)